DI COSA SONO FATTE LE LENTI A CONTATTO ?

DI COSA SONO FATTE LE LENTI A CONTATTO ?

Quasi tutte le moderne lenti a contatto sono realizzate in idrogel, un materiale che ama l’acqua e l’assorbe facilmente in effetti amano cosi tanto l’acqua che il peso di esse viene distribuito per il 25% di idrogel e il 75% di acqua.

La maggior parte delle persone sa cosa fanno le lenti a contatto, ma pochissime sanno di cosa sono fatte. La risposta a questa domanda è leggermente più complicata di quanto si possa supporre e dipenderà dal tipo di lente a contatto in questione .La maggior parte delle persone sa cosa fanno le lenti a contatto, ma pochissime sanno di cosa sono fatte. La risposta a questa domanda è leggermente più complicata di quanto si possa supporre e dipenderà dal tipo di lente a contatto in questione.

Consideriamo le tre principali varietà di lenti a contatto disponibili oggi:

  • Lenti a contatto Morbide
  • Lenti a contatto rigide/gas permeabili
  • lenti a contatto ibride

Ognuna di queste lenti a contatto è stata progettata per un differente obbiettivo ,e con ognuna di esse si otterranno differenti risultati dal punto di vista visivo .Ma oltre alle loro capacità individuali è bene sapere che sono realizzate in materiali molto differenti l’una dall’altra ,infatti ognuna viene utilizzata per una problematica diversa dall’altra.

DI COSA SONO FATTE LE LENTI A CONTATTO MORBIDE?

Le lenti a contatto morbide sono realizzate in Idrogel ,come detto in precedenza un materiale che ama l’acqua e tende ad assorbirne in elevate quantità.Alcune lenti a contatto in realtà sono realizzate solo per il 25% di idrogel per il restante 75% il loro peso è condizionato dall’acqua. Come suggerisce il nome ,si tratta di lenti molto morbide e flessibili questo anche all’aiuto dell’idrogel che le aiuta a mantenersi tali.

L’alto contenuto di acqua aiuta a mantenere gli occhi umidi e freschi e consente anche il passaggio di una buona quantità di ossigeno attraverso la lente .La maggior parte delle materie plastiche sono delle vere e proprie barriere per l’ossigeno ,ma aggiungendo acqua al materiale ,gli atomi di ossigeno sono in grado di dissolversi all’interno della lente e quindi assorbiti dall’occhio .Un nuovo materiale utilizzato, chiamato silicone idrogel ,è particolarmente efficace nella trasmissione dell’ossigeno.In effetti alcune lenti in silicone idrogel possono passare sei volte più ossigeno di alcune lenti in idrogel standard. Alcuni esempi di lenti a contatto che contengono silicone sono Affinity Greenday e Hydro.o Asferiche 1 Day 

Non tutte le lenti in idrogel conterranno la stessa quantità di acqua. Proprio per questo sono catalogate in base al loro contenuto idrico:

  • Lenti a basso contenuto di acqua: trattengono approssimativamente il 40% di acqua.
  • Lenti a medio contenuto di acqua: trattengono  tra il 40% e il 60% di acqua.
  • Lenti ad alto contenuto di acqua: trattengono oltre il 60% di acqua.

Differenti brands di lenti a contatto hanno un contenuto d’acqua e uno spessore differente. Generalmente le lenti a contatto in  idrogel che hanno un basso contenuto di acqua sono più sottili delle lennti a contatto morbide che hanno un’alto contenuto d’acqua.

C’è una variazione significativa nello spessore e nel contenuto d’acqua delle lenti a contatto in idrogel perchè le persone rispondono in modo differente ai materiali.Alcuni portatori sono più a loro agio a portare lenti sottili e con un basso contenuto idrico; altri sono più a loro agio nell’indossare lenti più spesse e ad alto contenuto di acqua.

Proprio come ci sono vantaggi nell’avere lenti ad alto contenuto d’acqua ,ci sono anche vantaggi per le lenti a basso contenuto di acqua. Meno acqua contiene una lente più sottile sarà.Potrebbe seccarsi più rapidamente ma sarà anche meno evidente sugli occhi ,soprattutto quando adeguatamente idratati.

Un’altra caratteristica delle lenti a contatto morbide è la loro carica superficiale ,che può influenzare a rapidità con cui si formano i depositi di proteine sulle lenti durante l’uso.

Gli idrogel sono classificati come Ionici e Non-Ionici. I materiali ionici hanno una superficie caricata negativamente (-) e quindi possono attrarre proteine caricate positivamente (+) nel film lacrimale. Gli idrogel non ionici sono trattati per ridurre questa carica negativa e quindi sono meno inclini ad attrarre depositi proteici.

La F.D.A utilizza quattro categorie per classificare i materiali delle lenti morbide:

  • Categoria 1:basso contenuto idrico, non-ionica
  • Categoria 2:alto contenuto idrico, non -ionica
  • Categoria 3:basso contenuto idrico, ionica
  • Categoria 4:basso contenuto idrico, non-ionica

L’opzione migliore dipenderà dalla fisiologia e dalle esigenze di ogni singola persona .Le persone con gli occhi più asciutti potrebbero preferire le lenti più spesse e più umide,mentre le persone con occhi più sensibili potrebbero preferire lenti più sottili e meno evidenti.

Per scoprire il contenuto d’acqua delle tue lenti a contatto controlla la confezione, normalmente il contenuto idrico è specificato sul retro di quest’ultima.

DI COSA SONO FATTE LE LENTI RIGIDE GAS PERMEABILI?

Spesso denominate RGP, o anche solo lenti rigide ,le lenti a contatto rigide gas permeabili sono sul mercato fin dagli anni 70′.Si differenziano dalle lenti morbide poichè non sono flesibili e hanno un diametro leggermente inferiore. La caratteristica che le rende simili alle lenti a contatto in idrogel è il fatto che fanno passare molto ossigeno, come suggerisce il nome.

Un’altra somiglianza con le lenti morbide è dovuta al fatto che sono classificate e raggruppate in sottocategorie. Laddove le lenti morbide sono classificate in base al loro contenuto d’acqua , le lenti RGP sono divise in base a quanto ossigeno riesce ad attraversarle .

A differenza delle lenti a contatto in idrogel queste RGP non hanno molto contenuto d’acqua e trasmettono l’ossigeno in maniera differente. Piutosto che dissolverlo in acqua, le lenti RGP sono molto porose a livello microscopico e questi piccoli fori permetto all’ossigeno di permeare la lente.

Il livello di permeabilità all’ossigeno in una lente RGP è misurato in unità DK.

I materiali delle lenti a contatto rigide gas permeabili sono classificati in base al loro valore di DK laddove materiali con valori di DK elevati trasmetteranno più ossigeno rispetto quelli con un valore di DK più basso:

  • Basso DK è <12
  • Il DK medio è 15-30
  • il DK alto è 31-60
  • un super DK è 61-100
  • un iper DK è >100

Le lenti a contatto Rigide esistevano già da molti anni ,ma i primi materiali a consentire il passaggio dell’ossigeno iniziarono a vedersi dai primi anni 70′.Le prime lenti RGP erano fatte di un materiale chiamato silicone acrilato e avevano un DK di 12,non erano molto buone per gli standard di oggi ma erano la miglior opzione disponibile all’epoca.

Nel corso degli anni le lenti a contatto RGP hanno fatto molti passi avanti e anche i loro livelli di DK.I prmi modelli sono stati classificati come Basso DK seguiti poi da Medio DK(15-30) e Alto DK (31-60).Poi sono continuai ad arrivare miglioramenti furono necessari nomi di categoria migliori ,Super DK include un valore compreso tra 61-100 e l’iper DK è qualsiasi cosa superiore a questo.

Poichè il livello di DK è aumentato così tanto ora sono disponibili modelli di lenti a contatto RGP indossabili per lunghi periodi di tempo anche di notte.

Inizialmente è stata ottenuta una buona permeabilità all’ossigeno aggiungendo più silicone ai materiali delle lenti. Tuttavia questo ha reso le lenti RGP più fragili rendendole più secche e con la capacità di attrarre più depositi.

Alla fine il Fluoro è stato aggiunto ai polimeri delle lenti RGP per risolvere questi problemi .Le lenti RGP odierne in fluoro-silicone/acrilato sono ottimizzate per la permeabilità all’ossigeno, la stabilità della lente e le caratteristiche di bagnabilità della superficie.

A causa della loro durezza e poichè non fluttuano in modo significativo nel loro contenuto d’acqua ,le lenti a contatto RGP hanno caratteristiche ottiche migliori e offrono una performance visiva migliore rispetto alle lenti a contatto morbide.

Nonostante i progressi nella tecnologia delle lenti RGP ,le lenti morbide continuano ad esser più comode e proprio per questo sono la scelta preferita degli optometristi che dei portatori di lenti a contatto.

COSA SONO LE LENTI A CONTATTO IBRIDE?

Il centro della lente è rigido , realizzato nello stesso materiale delle lenti RGP. Offrono una fantastica performance visiva mantenendo allo stesso tempo l’occhio fresco fornendo tanto ossigeno,un anello si silicone idrogel è stato aggiunto ai bordi per fornire comfort ed una facile applicazione che normalmente si trova solo nelle lenti morbide.

Le lenti a contatto morbide popolari per il loro comfort e le lenti RGP per la loro capacità di correzione della vista superiore e la permeabilità di ossigeno, non sorprende il fatto che ci fosse richiesta di una lente che facesse entrambe le cose , da qui l’introduzione di lenti a contatto ibride.Le lenti ibride sono il meglio di entrambi i mondi e utilizzano gli stessi materiali delle lenti descritte sopra.

Le lenti a contatto Ibride non hanno ottenuto un grande successo ,principalmente perchè è difficile mantener attaccati i due materiali e quindi la loro durabilità è limitata nel tempo di utilizzo.

Le lenti a contatto ibride sono un ottima soluzione per soggetti con astigmatismi bassi o alti e con cheratoconi di livello basso o alto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

[]